Box office: Venom, il secondo weekend è un altro successo

La domenica sera, come sempre avviene su questo nostro piccolo spazio virtuale, è l’occasione ideale per analizzare le prime proiezioni circa gli incassi cinematografici che, nel weekend oramai agli sgoccioli, hanno totalizzato i film attualmente in circolazione presso le sale statunitensi. Un fine settimana, quello di metà ottobre, che non ha regalato particolari sussulti, e che tuttavia propone dei dati sicuramente molto interessanti. Analogamente a quanto avvenuto nello scorso weekend, infatti, l’ultimo fra i cosiddetti cinecomic, quello incentrato sull’antieroe Venom, è stato il film più visto in America.

VenomVenom, effettivamente, era una fra le pellicole più attese di questi mesi conclusivi del 2018, ed effettivamente non si può dire che i suoi incassi siano stati deludenti. Al netto di una serie di recensioni non propriamente sfavillanti, infatti, il pubblico ha risposto piuttosto bene. E, per la seconda volta consecutiva, Venom si piazza al primo posto, con un parziale stimato in circa 35,7 milioni di dollari. Ma sono le statistiche a livello worldwide, in questo caso, che sorridono. Nell’intero periodo della sua proiezione, infatti, il film ha portato a casa poco più di 378 milioni di dollari, e la sua corsa è iniziata da poco. Il tutto, a fronte di un budget di circa 100 milioni di dollari.

Se Venom, in questo senso, non rappresenta allora una grossa sorpresa, la vera e propria rivelazione proviene dal secondo posto, ancora una volta accaparrato da A Star is born, pellicola che segna il ritorno su grande schermo della celebre cantante Lady Gaga. Un secondo weekend da circa 28 milioni di dollari, che permette al totale worldwide di lievitare fino ad una più che soddisfacente cifra da 135 milioni di dollari. Il budget era stimato in circa 36 milioni di dollari, pertanto parliamo di uno strepitoso successo al botteghino. Terzo posto per un deludente First Man – Il primo uomo, con un primo weekend americano di 16,5 milioni di dollari.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *