Stati Uniti, sempre meno persone vanno al cinema

Edge-of-Tomorrow-Ending-SpoilersE’ crisi nera, quella che il cinema degli Stati Uniti sta attraversando, tanto che – secondo i dati forniti da Hollywood – il 2014 ha rappresentato l’estate più negativa dal 1997. Gli incassi al botteghino tra la prima settimana di maggio e l’ultima di agosto sono precipitati, e le vendite dovrebbero essere limitate sotto quota 4 miliardi di dollari, ovvero il 15% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con un risultato ben peggiore delle attese – già di per sè non molto rosee – che erano state formulate nel corso della primavera.

Secondo quanto riportava pochi giorni fa un approfondimento curato dal New York Times, inoltre, la delusione non ha risparmiato nessuno, e perfino i film che avrebbero dovuto rappresentare le hit della stagione, si sono rivelati dei flop. E’ il caso di Edge of Tomorrow, di Tom Cruise (che ha incassato meno di 100 milioni di dollari a fronte di costi di 250 milioni di dollari per la produzione e per il cospicuo marketing predisposto da Warner Bros), o ancora di Hercules e Sex Tape.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *