The Big Bang Theory 11×19, la recensione di OneCinema

Dopo un breve periodo di pausa fa finalmente ritorno il nostro tradizionale appuntamento con una delle nostre rubriche di questo piccolo spazio virtuale, vale a dire quella dedicata alla serie televisiva di The Big Bang Theory. La nota sit-com è giunta quasi alla conclusone dell’undicesima stagione, per la quale rimangono solamente cinque episodi. Proviamo a vedere, allora, che cosa è accaduto in questa diciannovesima puntata.

The Big Bang TheoryCome più volte ci è capitato di dire, a lungo andare la serie di The Big Bang Theory non pare avere più molto da raccontare, benché diversi episodi continuino a palesare una qualità ancora più che accettabile. È il caso di The Tenant Disassociation, diciannovesima puntata spaccata in due tronconi principali. In ambedue le sottotrame, per la verità, ritroviamo anche tematiche già sfruttate a più riprese in passato, e per la verità senza neanche grandi innovazioni, ma con dei canovacci che continuano a funzionare egregiamente.

Da un lato, le solite pene amorose del personaggio di Rajesh, perennemente in cerca di un’anima gemella ma sempre preda di errori marchiani. In suo aiuto provano ad accorrere l’amico di sempre, Howard, e, più in secondo piano, Bernadette e Stuart. Quest’ultimo, in particolare, continua a palesare un certo potenziale non ancora del tutto espresso, soprattutto in luogo del fatto che le sue brevi comparsate si limitano alla costruzione di gag sì efficaci, ma anche un po’ telefonate.

E si passa, allora, alle solite insopportabili bizzarrie Sheldon, personaggio chiave nell’intera economia di The Big Bang Theory. Stavolta le beghe che lo vedono coinvolto sono a carattere prettamente condominiale, e l’opposizione, manco a dirlo, è rappresentata dagli amici Leonard e Penny, con la neanche troppo velata complicità di Amy. Anche qui ci troviamo di fronte ad una situazione che, pur avendo ben poco di originale, riesce comunque a non risultare stantia. Pur specificando, va detto, che a soli cinque episodi della conclusione della stagione, forse sarebbe lecito attendersi qualcosa in più.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *