The Big Bang Theory 11×14, la recensione

Siamo giunti a un altro martedì, il penultimo, di fatto, per questo mese di gennaio. E questo naturalmente, equivale a un nuovo appuntamento, su questo nostro piccolo spazio virtuale, circa la nota serie televisiva di The Big Bang Theory. La celebre sit-com, infatti, è arrivata alla quattordicesima puntata dell’undicesima stagione, il cui titolo, per l’occasione, è The Separation Triangulation. Come sono andate, allora, le cose?

The Big Bang TheoryBenché, tutto sommato, l’episodio di The Big Bang Theory sia stato piuttosto divertente, rimane la sensazione del classico brodo allungato: una puntata che, più che transitoria, può dirsi praticamente inutile, circa la trama generale della serie. Per l’occasione, il grande protagonista della situazione è Raji, alle prese, per l’ennesima volta, con le sue pene amorose. Tuttavia, per una volta, sarà il simpatico astrofisico indiano a mandar volutamente all’aria una storia sul nascere, per un eccesso di empatia verso un terzo incomodo.

Effettivamente, il tema dell’empatia può dirsi centrale in questo episodio di The Big Bang Theory, essendo l’elemento che fa girare l’altra sottotrama di The Separation Triangulation. Una breve scenetta con protagonisti i vari Sheldon, Leonard, Penny ed Amy, e che tuttavia fatica a suscitare l’interesse dello spettatore: un po’ per mancanza di originalità, e un po’ per la fiacchezza stessa dell’idea, decisamente poco fresca e poco attraente.

Per il resto, abbiamo ancora una volta una Bernadette utilizzata ai minimi termini, poiché l’attrice, come sappiamo bene, è reduce da una gravidanza. Per una volta, anche l’interprete di Howard rimane molto sullo sfondo, evidentemente per non togliere spazio al vero protagonista di questa puntata di The Big Bang Theory, che appunto, come abbiamo detto prima, è stato il personaggio di Raji.

La prossima settimana, sfortunatamente, l’appuntamento salterà, poiché il quindicesimo episodio di questa undicesima stagione, dal titolo The Novelization Correlation, verrà trasmesso soltanto il prossimo 1 febbraio. A risentirci su questi spazi, dunque, fra un paio di settimane!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *