The Big Bang Theory 11×06, la recensione di OneCinema

E come ogni martedì, proseguiamo dunque la nostra speciale rassegna circa il microcosmo di The Big Bang Theory, una delle serie televisive più amate, più longeve e più seguite di tutti i tempi. Giunta all’undicesima stagione, la sit-com prosegue nel fare incetta di premi e di record, benché secondo una fetta di pubblico la qualità dei singoli episodi abbia subito un fisiologico calo rispetto agli inizi. Ad ogni modo, quest’oggi vogliamo recensire per voi il sesto episodio di questa undicesima season, che abbiamo visto in anteprima in lingua originale. Cosa è successo nella puntata chiamata The Proton Regeneration?

Big Bang TheoryCome abbiamo avuto modo di approfondire anche alcune settimane fa, in merito alla recensione di un altro episodio, è indubbio che oramai The Big Bang Theory abbia sfruttato praticamente qualunque situazione, qualunque rapporto tra ogni personaggio, inserendo di tanto in tanto anche qualche novità e scombinando le variabili in gioco. Il sentore nel riproporre alcuni elementi, dunque, è quello di consumare una minestrina riscaldata, per quanto comunque la tecnica e la recitazione dei vari protagonisti possa sopperire a tutto ciò.

E allora, ecco che per l’occasione viene ripristinata la storica acredine fra Sheldon ed il personaggio di Wil Wheaton, che per l’occasione, nella sesta puntata dell’undicesima stagione di The Big Bang Theory, torna a vestire i panni di se stesso in qualità di guest star. Quest’ultimo, infatti, viene scelto da un’emittente televisiva per essere il “nuovo” professor Proton, personaggio fittizio che ha instillato, in Sheldon e in altri comprimari, la passione della scienza quando erano bambini.

Se indubbiamente fa piacere rivedere il buon vecchio Arthur Jeffries, abilmente interpretato da Bob Newhart, l’intera situazione strappa non più di qualche risata. Più interessante, semmai, è l’altra sottotrama proposta da questo episodio di The Big Bang Theory, in cui sono protagonisti due malconci Howard e Bernadette, insieme ad un’insolita Penny in veste materna. Appuntamento dunque alla prossima settimana, con The Geology Methodology.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *