Box Office: successone per The Nun La vocazione del male

La domenica sera, come sempre, su questo piccolo spazio virtuale è l’occasione adatta per analizzare le prime proiezioni circa gli incassi che i vari film hanno realizzato in questo weekend. E si tratta di un fine settimana che ha visto un gran protagonista, quasi a sorpresa. Si tratta della pellicola d’horror The Nun, in Italia ribattezzata come “La vocazione del male”, che ha portato a casa delle cifre a dir poco considerevoli.

The NunDurante il suo primo weekend nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti, infatti, The Nun La vocazione del male ha messo insieme ben 53,5 milioni di dollari. Parliamo di numeri non da poco, specialmente pensando che il genere horror, di solito, raramente ottiene delle affermazioni forti al botteghino. Ma la situazione migliora ulteriormente, se si prendono in considerazione anche gli incassi esteri: complessivamente, a livello worldwide, The Nun ha infatti portato a casa ben 131 milioni di dollari. E il tutto, a fronte di un budget di “appena” 22 milioni di dollari. Veramente niente male.

La piazza d’onore va inevitabilmente a Crazy & Rich, forse la più grande rivelazione del periodo. Al suo terzo weekend di proiezione nelle sale, infatti, la pellicola riesce a guadagnare altri 13,6 milioni di dollari. Anche in questo caso, situazione ottimale guardando al risultato worldwide: 165 milioni di dollari fino a questo momento, con un budget di produzione di 30 milioni di dollari.

Medaglia di bronzo, pertanto, ad un’altra new entry. Il thriller Peppermint, evidentemente oscurato anche da The Nun, non riesce ad andare oltre i 13,2 milioni di dollari, cifra vicina anche a quella worldwide (che, con gli incassi esteri, sale soltanto fino a 14,6 milioni). Fuori dal podio Shark, che con l’imminente conclusione della stagione estiva si sta sparando le ultime cartucce: weekend comunque pregevole da 6 milioni di dollari, e totale a 492 milioni: facile pensare che il muro del mezzo miliardo verrà presto raggiunto.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *