Star Wars IX e il paradosso del botteghino

L’analisi settimanale del box office è un momento sempre molto interessante, in quanto ci aiuta a comprendere meglio quelli che sono i gusti del pubblico. È anche il momento ideale per capire se le previsioni degli addetti ai lavori erano corrette, o se invece celavano delle falle in senso positivo o in senso negativo. E dopo un periodo come quello delle festività natalizie, che generalmente è molto remunerativo, è praticamente impossibile non fare alcuni ragionamenti su alcune delle pellicole più attese. In particolare, una sorta di clamore sta avvolgendo Star Wars IX – L’ascesa di Skywalker.

Star Wars L'ascesa di SkywalkerIl paradosso riguardante il nono film canonico di Star Wars, che di fatto va a chiudere la terza trilogia della saga, è di quelli incredibili. La pellicola ha quasi raggiunto il miliardo di dollari worldwide, cifra che sarebbe più che ragguardevole per qualsiasi altro lungometraggio. Tuttavia, è difficile non prendere questi numeri con un sentimento di delusione, se si pensa quanto sia solido, amato e remunerativo il franchise a livello mondiale.

Un rapido confronto, forse, aiuta a rendere più chiaro il concetto. Il primo capitolo di questa nuova trilogia di Star Wars, Il risveglio della Forza, nel 2015 portò a casa 2 miliardi e 70 milioni di dollari. Le aspettative erano altissime, e il marketing a tappeto probabilmente aiutò nell’intento. In pochi anni, però, l’interesse del pubblico sembra essere andato scemando, anche a causa della direzione presa dalle nuove sceneggiature e dai relativi spin-off (gli ultimi dei quali sono stati anche ufficialmente cancellati).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *