Star Wars ancora al ribasso, bene Jumanji e Frozen

L’ultimo weekend dell’anno non ha mancato di riservare delle interessanti novità per l’universo cinematografico, che arrivava al passaggio di consegne tra il 2019 e il 2020 con tre veri e propri fenomeni del botteghino. In qualche modo, tuttavia, i numeri si sono rivelati essere inferiori alle aspettative, soprattutto per Star Wars – L’ascesa di Skywalker. Il capitolo conclusivo della terza trilogia canonica di Guerre Stellari non sembra aver convinto né il pubblico né la critica, nonostante, per il secondo fine settimana di fila, si sia accaparrato il gradino più alto del podio dei maggiori incassi.

Star Wars L'ascesa di SkywalkerStar Wars – L’ascesa di Skywalker raggranella infatti altri 72 milioni di dollari, per una perdita di quasi il 60% rispetto al weekend precedente (nonostante in mezzo ci fossero le festività natalizie). Si tratta, come già preannunciato la scorsa settimana, di cifre che non rispecchiano le aspettative: anche in questo caso, infatti, gli addetti ai lavori avevano pronosticato una stima compresa tra i 95 e i 100 milioni di dollari. Ad ogni modo, il nono film di Star Wars sfonda il muro internazionale dei 700 milioni di dollari.

Piazzamento d’onore per Jumanji The Next Level, che sta confermandosi un ottimo blockbuster pur essendo lontano dai fasti del predecessore. Altri 35 milioni al terzo weekend, per un totale mondiale che adesso raggiunge i 375 milioni di dollari. Per quanto riguarda il gradino più basso del podio, invece, gli ultimi dubbi saranno sciolti solamente nei prossimi giorni: al momento Piccole Donne pare avanti con un esordio da 16,6 milioni, tallonato da Frozen 2, che al sesto weekend porta a casa altri 16,5 milioni. Il totale worldwide dell’ultimo Classico Disney ha adesso superato il miliardo e 210 milioni di dollari: ben presto potrebbe diventare il maggior incasso d’animazione della storia del cinema.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *