Seconda puntata di Buona la prima, la recensione

Prosegue la nostra rassegna sugli eventi speciali dei ritorni in televisione di due delle trasmissioni più amate dal pubblico negli anni passati. Se, però, anche la seconda puntata di Sarabanda ha destato una certa perplessità, generando anche aspre critiche presso i social network, Buona la prima prosegue invece a gonfie vele, con un secondo episodio che, se possibile, è riuscito ad essere anche migliore del primo.

Buona la prima Ale FranzBuona la prima è forse lo show più famoso e più amato del consolidato duo comico Ale e Franz. Gli attori, i cui veri nomi sono Alessandro Besentini e Francesco Villa, riescono a convincere ampiamente lo spettatore, dando una certa continuità con le puntate girate alcune anni fa.

Il tempo, per Ale e Franz, pare davvero non essere trascorso, nonostante il forte dimagrimento del primo e l’incanutimento del secondo. Anzi, Buona la prima, pur mantenendo inalterate le proprie caratteristiche archetipiche, è riuscito a dare l’aspetto di uno show dal respiro moderno, divertendo ed intrattenendo il pubblico, e sfruttando anche nuove grafiche ed altre sonorità.

Show, peraltro, impreziosito ulteriormente dalla presenza di due habitué come Sandro e Katia, ben più che due semplici comprimari. Al di là di alcuni eccessi di volgarità della Follesa, resi comunque necessari per obblighi di copione, il quartetto funziona egregiamente, e riesce ad integrare anche alcuni ospiti rivelatisi particolarmente capaci: in questo senso, grande merito va soprattutto a Gerry Scotti, che ancora una volta rivela una grande poliedricità palesando una buona capacità di improvvisazione.

Poco pungenti, invece, le riprese realizzate in esterna, che continuano a dare l’impressione di essere poco spontanee e naturali, ma piuttosto gettate lì in mezzo per fornire una novità della quale il pubblico non sembrava nutrire il bisogno.

Il “reboot” dello show, in ogni caso, funziona. Rimane solo il rammarico che questa reunion di Buona la prima sia contestualizzata in sole tre puntate. La speranza è che possa tornare ad essere uno show regolare, avendo confermato di essere valido ancora oggi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *