La Bella e la Bestia, gli incassi sono sensazionali

La storia del cinema è caratterizzata da svariati tipi di film. Quelli destinati a segnare un’epoca, quelli capaci di fornire delle rivoluzioni tecniche, poi ancora quelli capaci di lanciare sul palcoscenico mondiale alcuni attori che, di lì a poco, si consacreranno nell’olimpo di questo settore. Vi sono film non capiti dal pubblico, e che tuttavia vengono celebrati dalla critica. E, al contrario, sempre più spesso troviamo nelle nostre sale delle pellicole di enorme successo, e che però non ottengono il favore degli occhi più esperti. Vi sono poi dei film che riescono ad elevarsi come veri e propri fenomeni al botteghino: uno degli ultimi, in questo senso, è stato il remake in live action del classico Disney La Bella e la Bestia.

La Bella e la BestiaIl film d’animazione de La Bella e la Bestia, nel corso degli anni ’90, ebbe un successo tale che, clamorosamente, venne addirittura inserito fra i candidati per la corsa all’Oscar per la miglior pellicola: primo caso nella storia del cinema per un prodotto animato.

Cosa, questa, che ha spinto ulteriormente la Disney, negli anni odierni, a lanciarne una versione nuova, realizzata con attori veri miscelati ad un utilizzo massiccio e corposo di computer grafica. Il risultato finale è stato un film, La Bella e la Bestia appunto, che ha ottenuto risultati misti tra pubblico e fan in termini di gradimento, e che in ogni caso si è rivelato un autentico successo al botteghino.

I dati, in questo senso, ci aiutano a capire la dimensione del boom de La Bella e la Bestia: a livello mondiale, infatti, il film ha incassato 1 miliardo e 241 milioni di dollari, una cifra a dir poco spaventosa. Senza considerare l’inflazione, la pellicola si piazza al decimo posto nella classifica dei migliori incassi di tutti i tempi, e la statistica può ancora migliorare, dal momento che alcune sale lo proiettano ancora.

Anche in Italia La Bella e la Bestia ha fatto furore, tanto che presso le nostre sale il film ha incassato poco più di 20 milioni di euro.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *