Jolie per il sociale, la causa per i migranti

Angelina Jolie per il sociale: la nota ed apprezzata attrice statunitense – che sembra stia attraversando un duro momento di difficoltà dal punto di vista relazionale – ha partecipato alla giornata ‘World on the move‘, organizzata dalla Bbc in occasione della necessità di sensibilizzazione dei migranti. Una vera e propria emergenza, oltre che un dramma sociale e globale, che va rispettato ma anche risolto: la Jolie ha parlato di negazione all’isolazionismo, che non deve rappresentare la risposta da dare ai problemi di immigrazione e sociali, perché “se la casa del tuo vicino brucia, non è chiudendo le porte di casa tua che sarai al sicuro”.

Jolie per il socialeBisogna, quindi, risolvere il problema alla radice, non difendendo solo i propri confini a cercando di capire in che modo si possono aiutare le persone che provengono da paesi disastrati ed un guerra: si parla di numeri importanti, circa 60 milioni di persone che fuggono dalle loro case e dalle loro città nella speranza di trovare un mondo nuovo, nel quale poter affrontare una nuova vita.

E, in media, un profugo rischia di rimanere sfollato per 20 anni. Possiamo sorprenderci se poi quelle persone disperate, che non hanno alternative nè la possibilità di tornare nei loro paesi, cerchino in tutti modi di arrivare in Europa a costo di morire?”, ha dichiarato la Jolie.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *