Box Office: inarrestabile Aquaman, è quasi al miliardo

Il primo weekend del 2019 coincide con l’ultimo giorno delle festività natalizie. Un’Epifania che, per l’occasione, per quel che concerne gli incassi sul territorio statunitense, non ha certo rivelato delle grosse sorprese, lasciando piuttosto delle forti conferme rispetto al quadro delle precedenti settimane. E così, per la terza volta consecutiva, la palma d’oro va a quello che sta consacrandosi come il grande fenomeno del periodo: Aquaman, superando qualsiasi pronostico che lo vedeva come protagonista, brevemente sta diventando il miglior cinecomic DC di sempre, e ben presto sfonderà il muro del miliardo di dollari di incassi.

AquamanTerzo weekend ancora una volta molto prolifico per Aquaman, che proprio non vuol saperne di fermarsi. Anche grazie a questi giorni festivi, il film porta a casa, solamente sul suolo americano, altri 30,7 milioni di dollari. Come detto, tuttavia, se fra i confini domestici la pellicola fino a questo momento non ha fatto grande clamore, i risultati più strabilianti provengono dall’estero. A livello worldwide, così, Aquaman è già arrivato a 940 milioni di dollari: manca praticamente un’inezia per raggiungere e superare il limite del miliardo di dollari. Un traguardo che, certamente, verrà raggiunto molto presto.

Alle spalle di Aquaman non ci sono grandi sorprese. La medaglia d’argento va alla produzione d’horror Escape Room, che, a fronte di un budget stimato in 9 milioni di dollari, al suo primo weekend ne porta già a casa 18: davvero niente male. Il podio viene invece chiuso dal sequel di Mary Poppins, forse la grande delusione di queste festività natalizie: terzo fine settimana da 15,7 milioni di dollari, e totale worldwide a 258 milioni di dollari. Inutile dire che ci si attendeva molto di più. Un altro seguito della Disney, stavolta quello del film animato Ralph Spaccatutto, beneficiando dell’uscita presso altri mercati (fra cui quello italiano) ha invece superato il muro dei 400 milioni worldwide: vedremo dove riuscirà ad arrivare.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *