I Cavalieri dello Zodiaco di Netflix sono un flop

Era una delle serie più chiacchierate e criticate già da prima della sua uscita ufficiale, e dopo il debutto le cose non sono migliorate molto, anzi. I Cavalieri dello Zodiaco, nella rivisitazione di Netflix, si sono rivelati un autentico flop, trovando un pessimo riscontro da parte della critica e dando ragione a chi aveva posto delle perplessità a monte di questo progetto.

Cavalieri dello ZodiacoI Cavalieri dello Zodiaco è uno dei franchise più celebri e consolidati del Giappone: nato sotto forma di fumetto, negli anni il brand è divenuto sempre più noto e amato, dando vita a diversi cartoni animati, videogiochi e prodotti collaterali. Normale, dunque, che un remake in chiave moderna, peraltro realizzato sotto un filtro americano, catalizzasse le attenzioni dei più.

Tuttavia, il prodotto si presenta scarso sotto ogni suo aspetto. Male la trama, che oltre a non rispettare i canoni originali propone anche dei canovacci più puerili e orientati verso un target molto giovane, che però difficilmente vi si avvicinerà. Anche i personaggi hanno poca consistenza: già detto per la scelta poco felice di cambiare il sesso di Shun (Andromeda nel vecchio doppiaggio italiano), i protagonisti mancano di mordente, e i loro background non vengono approfonditi più di tanto. Straniante anche il doppiaggio, che a coronamento di un’operazione nostalgia forse evitabile ha richiamato il vecchio cast (composto ormai da performer tra i 50 e i 60 anni) per dar voce ad un gruppo di ragazzi neanche maggiorenni. Infine, l’animazione: plasticosa, poco fluida e blanda nei suoi pochi effetti speciali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *