Gli Incredibili 2, finalmente il trailer in italiano

Con lo sdoganamento che la cosiddetta cultura geek ha conosciuto nel corso di questi ultimi anni, è indubbio che anche molti media si siano adeguati, proponendo una vasta serie di prodotti e di progetti capaci di seguire tali tendenze. Non è un caso che anche il cinema, in questi ultimi lustri, abbia proposto molti film sui supereroi, ad esempio. Ma anche il settore dell’animazione si è molto evoluto, variegandosi estremamente per accontentare tutti i gusti e scoprire nuove nicchie. In tal senso, chiaramente, a farla da padrone a livello mondiale rimane sempre la Disney, una delle più grandi compagnie del mondo. E, con la “gemella” Pixar, ecco spuntare anche diversi sequel di alcune pellicole di gran successo negli anni passati. L’ultima, in ordine di tempo, sarà Gli Incredibili 2.

Gli Incredibili 2, a quasi quindici anni di distanza dal primo capitolo, esordirà nelle sale nostrane il prossimo 19 settembre. Un enorme ritardo rispetto all’uscita statunitense, fissata invece per il mese di giugno, ma è purtroppo noto che molti film estivi, nel Belpaese, vengono spostati a ridosso della stagione autunnale, evidentemente per migliorare i dati del botteghino. Comunque sia, diversi mesi dopo il primo teaser, abbiamo adesso un nuovo trailer.

Ad ogni modo, la notizia circa il sequel de Gli Incredibili ha mandato in visibilio i tanti fan, dal momento che, secondo molti esperti e addetti ai lavori, proprio il titolo basilare era tra i film prodotti da Pixar che meglio si prestavano ad un eventuale seguito. Peraltro, in questo nuovissimo trailer, che vi proponiamo di seguito in lingua italiana, finalmente si scorge anche qualche notizia circa quella che sarà la trama generale: ambientata evidentemente poco tempo dopo rispetto ai fatti accaduti nel primo capitolo, Bob Parr (Mr. Incredible) pare essere relegato (per sua enorme frustrazione) al ruolo di uomo di casa, mentre la moglie Helen (Elastigirl) è spesso lontana per combattere il crimine, in un ribaltamento del canovaccio del titolo del 2004.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *