Game of Thrones 07×05, la recensione di Onecinema

È dunque andata in onda anche la quinta puntata di questa settima stagione di Game of Thrones. La famosissima serie televisiva, tratta da una fortunata saga letteraria di genere fantasy di George Martin, si avvicina ormai al proprio naturale epilogo: appena due episodi, infatti, ci separano ormai alla conclusione della settima stagione, una sorta di antipasto rispetto all’ottava season, che invece porrà termine in maniera definitiva a tutto.

game of thronesE così, se la scorsa puntata di Game of Thrones si era particolarmente distinta per la quantità di azione, in particolar modo negli ultimi venti minuti, stavolta a tenere banco sono state delle situazioni decisamente più diplomatiche. Potremmo quasi dire, in questo senso, che è la stagione delle reunion familiari: stavolta è infatti toccato ai fratelli Lannister Tyrion e Jaime, nella congettura di un piano le cui dinamiche paiono però piuttosto approssimative e, soprattutto, affrettate.

In effetti, compatibilmente con quello che è l’andazzo di questa stagione di Game of Thrones, perplime un po’ l’eccessiva fretta nello svolgimento del tutto: “Eastwatch”, in particolare, ci dipana davanti una serie pressoché interminabile di scenette e sottotrame varie, tra personaggi che compiono lunghi viaggi e fanno poi ritorno nel giro di pochi minuti, agli occhi dello spettatore: il che, prevedibilmente, va a creare confusione circa le tempistiche nelle quali si sta svolgendo la storia, spezzando anche l’incanto della sospensione dell’incredulità che finora era riuscito più o meno a mantenersi saldo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *