Botteghino: Dunkirk primo, Spider-Man: Homecoming terzo

Sono stati resi disponibili pochi minuti fa i dati relativi agli incassi cinematografici nel weekend negli Stati Uniti, per un fine settimana che non ha riservato grosse sorprese: Dunkirk, ennesimo film a sfondo bellico (un tema tanto caro agli americani), e che presumibilmente punterà a risultati importanti in vista dei prossimi Oscar, ha conquistato la vetta della classifica, con poco più di 50 milioni di dollari portati a casa. Un risultato certamente interessante, e che unito agli incassi foreign porta il totale a livello worldwide a circa 106 milioni: non male, considerando che la pellicola è costata 150 milioni e che siamo ancora soltanto al primo weekend di programmazione. Guardando gli altri film nella lista, troviamo conferme circa la tenuta di Spider-Man: Homecoming, che alla terza settimana riesce a guadagnare ancora 22 milioni di dollari.

Spider-Man: HomecomingIn questo senso Spider-Man: Homecoming, grazie al denaro ricavato dagli incassi a livello worldwide, ha già superato in maniera abbondante il budget stanziato per la produzione: 572 milioni di dollari di ricavi, a fronte dei 175 spesi per realizzarlo. Una cifra però insufficiente per la rincorsa alle altre trasposizioni cinematografiche del famoso supereroe della Marvel, naturalmente parlando dei film usciti negli scorsi anni.

Tra Dunkirk e Spider-Man: Homecoming, sullo speciale podio, si pone invece Girls Trip: la commedia porta a casa poco più di 30 milioni di dollari al suo esordio, andando quasi a raddoppiare il budget di produzione (pari invece a 19 milioni di dollari). Fuori dal terzetto War – Il pianeta delle scimmie, che al secondo weekend nelle sale subisce una sorta di tracollo: appena 20 milioni di dollari in questo caso.

È praticamente giunto a fine corsa, invece, il quinto film di Transformers, L’ultimo cavaliere: appena un milioncino portato a casa negli USA al quinto fine settimana di programmazione. La tenuta, tuttavia, viene in qualche modo garantita grazie al mercato estero, che in qualche modo sta salvando la pellicola.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *