Dumbo vince il box office, terzo Captain Marvel

Ultimo weekend del mese di marzo, in una domenica che, come sempre, per quel che concerne l’universo cinematografico relativamente agli incassi ha saputo offrire una serie molto interessante di spunti di riflessione. Manco a dirlo, ancora una volta, è stata la Disney a farla da padrona, con ben due film capaci di occupare il podio: l’ormai immancabile Captain Marvel, oramai ad un passo dalla soglia del miliardo di dollari, e la new entry Dumbo, ennesimo remake di un Classico di animazione in chiave live action.

DumboDumbo è uno dei più antichi film della Disney, dal momento che la pellicola originale è datata addirittura al lontanissimo 1941. Settantotto anni sul groppone, per dar vita ad un rifacimento affidato, per l’occasione, al celebre regista Tim Burton. Se, ad ogni modo, come da aspettative, Dumbo è riuscito ad essere primo, nelle sale degli Stati Uniti d’America, proprio per quanto riguarda gli incassi complessivi del weekend oramai prossimo ad esaurirsi, non si può certo dire che i numeri che ha messo insieme siano stati così esaltanti. Parliamo, infatti, di una prima da circa 45 milioni di dollari, peraltro non del tutto in linea con i pronostici di alcuni analisti. Il risultato migliora prendendo in esame anche gli incassi esteri, per cui complessivamente Dumbo al momento arriva a circa 116 milioni di dollari.

Piazzamento d’onore per Noi, una vera e propria rivelazione in questo periodo. Al suo secondo weekend, il film perde oltre il 50% degli incassi totalizzati al fine settimana di esordio, ma porta comunque a casa un più che ragguardevole bottino di poco superiore ai 33 milioni di dollari. A livello totale, al momento siamo circa a 175 milioni di dollari: davvero niente male, per una pellicola costata “appena” 20 milioni.

Infine, chiudiamo con il già citato Captain Marvel, della celebre Casa delle Idee. Quarto weekend da 20,5 milioni di dollari, e globalmente siamo già arrivati a 990 milioni: il miliardo, ormai, è davvero vicino.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *