DuckTales, finalmente ricomincia la serie animata

Finalmente, dopo un primo anticipo con il doppio episodio pilota mandato in onda nello scorso mese di agosto, sono state trasmesse anche la seconda e la terza puntata di DuckTales, reboot del celebre cartone animato della Disney, che vede come protagonisti Zio Paperone, Paperino, i nipotini Qui Quo e Qua, e altri personaggi ancora.

DuckTalesSi tratta di una delle serie di animazione più attese di questi ultimi anni, tanto che la curiosità da parte degli esperti del settore e degli addetti ai lavori, è stata crescente già da diversi mesi a questa parte. In fondo, DuckTales, già sul finire degli anni ’80, riuscì a creare uno zoccolo durissimo di fandom, riuscendo a far breccia presso diverse generazioni di appassionati.

E così, com’era ampiamente prevedibile, questi primi episodi del “nuovo” DuckTales stanno facendo davvero il giro del mondo, tanto che sui vari social esistono diverse pagine e post appositamente dedicati, sui quali commentano migliaia di persone. Tra i puristi conservatori, che non gradiscono né il nuovo stile di disegno, né le animazioni, e i progressisti che invece sposano in pieno questo progetto moderno della Disney, sul web non si fa altro che parlarne.

Al momento le puntate sono disponibili soltanto in lingua inglese, ma ben presto verranno trasmessi anche in italiano. A tal proposito, c’è molta curiosità nel conoscere quali saranno le voci dei vari protagonisti: Gigi Angelillo, che per anni prestò la propria a Zio Paperone (sia in DuckTales che in altre opere), è deceduto pochi anni fa, ragion per cui sarà necessaria una sostituzione. Per il momento, si sa soltanto che Alessio Puccio, noto per aver “interpretato” Daniel Radcliff nella saga di Harry Potter, doppierà Quo, mentre Luca Eliani tornerà su Paperino, essendo la sua voce ufficiale italiana dal lontano 1989.

Ricordiamo che per il momento non è ancora stato reso noto quando le puntate di DuckTales 2017 verranno trasmesse anche in Italia, ma non appena avremo novità in tal senso non mancheremo di fornirvele.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *