DuckTales, la recensione della speciale puntata natalizia

Oramai ci avviciniamo in maniera sempre più sensibile alle tanto attese festività natalizie, all’arrivo delle quali manca poco meno di una settimana. Uno dei periodi più attesi dall’anno, sia dai più grandi che dai più piccini, ai quali generalmente questi giorni sono perlopiù dedicati. Non a caso, il mondo del grande e del piccolo schermo viene spesso incontro, realizzando film o mediometraggi tematici. E, in questo senso, non poteva ovviamente mancare un colosso come la Disney, che del Natale ha spesso fatto un proprio cavallo di battaglia: a tal proposito, il sesto episodio della nuova serie di DuckTales, l’ultimo mandato in onda in questo 2018 oramai prossimo alla conclusione, è per l’appunto uno special natalizio.

DuckTalesDuckTales è sempre stato uno dei prodotti di maggior successo, dal punto di vista televisivo, che Disney abbia mai partorito: non a caso, già a partire dallo scorso anno, la compagnia americana ne ha realizzato un reboot, capace di far incetta di critiche straordinariamente positive. La seconda stagione, ancora inedita purtroppo sul territorio italiano, è cominciata ufficialmente sul finire del mese di ottobre, e già da tempo era stata resa nota l’intenzione di girare un episodio natalizio, dal titolo “Last Christmas”.

Pensando ai celebri personaggi Disneyani in ambito festivo, naturalmente, la mente corre subito al famoso Canto di Natale di Topolino, ove Zio Paperone, originariamente ispirato proprio alla figura dell’Ebenezer Scrooge di dickensiana memoria (non a caso il nome originale del personaggio è Scrooge McDuck), riprendeva i panni che gli avevano dato i natali.

Era dunque facile ipotizzare uno scenario in cui DuckTales riprendeva nuovamente la famosa storia de Il canto di Natale, idea che tuttavia sarebbe suonata come una sorta di minestra riscaldata, considerando quante volte è stata sfruttata in più ambiti. Gli autori, così, hanno preferito scavare ancor più in profondità, creando una trama metanarrativa e pregna di citazioni.

Senza perdere di vista la storia orizzontale di questa ripresa di DuckTales, che per la prima volta sta cercando di far luce sul misterioso personaggio di Della (sorella di Paperino e madre di Qui, Quo e Qua), Last Christmas si rivela come un episodio molto divertente e soprattutto più intrigante di quanto ci si potesse attendere. I riferimenti sono molteplici, in particolar modo al già citato Canto di Natale di Topolino, con tanto di spiriti del passato, del presente e del futuro.

Ma, più che lo stesso Paperone, nuovamente descritto in maniera eccellente e in chiave più moderna (senza tuttavia tradire la grande tradizione che si cela dietro la sua apparente piccola figura), il protagonista vero è ancora una volta uno dei tre piccoli virgulti. Qui, Quo e Qua, che nel vecchio DuckTales erano non più che anonime macchiette indistinguibili l’uno dall’altro (tranne che per i colori di magliette e berretti), vengono caratterizzati in maniera sempre più originale e definita: il vero capolavoro di questo reboot, finora rivelatosi eccellente. Uno special natalizio, insomma, a dir poco imperdibile.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *