Cinema: in uscita “Moglie e Marito”, con Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak

Grande attesa per l’uscita, prevista per mercoledì 12 aprile, di “Moglie e Marito”, commedia romantica diretta da Simone Godano e interpretata da Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak.

Per il giovane regista italiano si tratta del debutto ufficiale, ma si parte già alla grande, con due dei più recenti mostri sacri del cinema italiano come protagonisti di una pellicola che si prospetta essere all’insegna del divertimento intelligente tipico delle ultime produzioni del Bel Paese.

Un esordio nelle sale che coincide inoltre con la nuova giornata del Cinema2Days, l’iniziativa mensile fortemente voluta dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo che porta ogni secondo mercoledì del mese al cinema tutti i film in programmazione a soli 2 euro.

cinema moglie e maritoUna grande occasione per “Moglie e Marito”, che potrà così godere alla prima di un pubblico delle grandi occasioni.

Ma anche senza Cinema2Days, il film, prodotto dalla Warner Bros., avrebbe senz’altro attirato non pochi appassionati: il trailer ci mostra infatti i due protagonisti in grande spolvero, oltre poi a una trama dinamica e divertente basata su un esperimento andato decisamente “male”.

Andiamola a scoprire meglio e vediamo quali sono stati i commenti dei due attori.

Sposati da dieci anni ma in piena crisi coniugale, Sofia e Andrea, lei conduttrice televisiva in ascesa e lui neurochirurgo specializzato nello studio del cervello umano, vogliono divorziare.

Ma un’idea di Andrea mischia le carte in tavola: grazie a un esperimento scientifico, si ritrovano letteralmente l’uno “dentro” il corpo dell’altro, senza altra scelta, se non quella di vivere ognuno l’esistenza e la quotidianità dell’altro.

Lei nei panni di lui, lui nei panni di lei, con tutte le conseguenze – alcune ovviamente esilaranti – che questo comporta. Un’esperienza che farà ritrovare loro l’empatia reciproca, la “connessione” necessaria a far funzionare una coppia che, nonostante le incomprensioni, si ama ancora.

La cosa più difficile nei panni di una donna? Riuscire a fare una cosa alla volta” ha detto Pierfrancesco Favino, mentre per Kasia Smutniak “la cosa più complicata è stata cercare di non restituire un’immagine stereotipata dell’uomo, ma riprodurre quella sensibilità e dolcezza che possiede il personaggio di Favino.

La cosa particolare è proprio che più mi avvicinavo a questo nucleo e più mi allontanavo proprio dallo stereotipo scontato del maschio”.

Moglie e Marito è stata l’occasione, per i protagonisti, per conoscere sfumature inedite del proprio carattere. “Nei panni di una donna”, spiega Favino, “ho scoperto una certa umoralità che ho sempre, faticosamente tenuto a bada.

Se nella vita reale avessi l’opportunità di sottoporsi a un esperimento simile, lo farei per poter dire di conoscere meglio la mia compagna, le mie figlie, mia suocera… e il cane”.

E per Kasia Smutniak? “Banalmente, mi piacerebbe sentire e guardare il mondo attraverso gli occhi di un uomo per capirne veramente e fino in fondo la prospettiva, la sensibilità, l’approccio che, nonostante l’evoluzione dei ruoli, dei diritti e del percepito del mondo di oggi, permane diversa da quella donna”.

Qui sotto potete vedere il trailer ufficiale del film, buona visione!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *