Box Office, vince ancora Halloween 2018

Analogamente al discorso fatto la scorsa settimana, per quanto concerne il settore cinematografico a livello mondiale, i weekend che arrivano a cavallo tra il mese di ottobre e quello di novembre, per tradizione, segnano con forza un prepotente ritorno delle pellicole a tema horror. D’altronde, con le festività di Halloween, è facile che presso i cinema e le sale di ogni angolo del pianeta si riempiano di film paurosi di ogni genere. E così, non ci si deve stupire se, anche in questo fine settimana oramai conclusosi, lo scettro per quanto concerne gli incassi più elevati sia stato conquistato ancora una volta da Halloween 2018, ennesimo capitolo dell’omonima saga cinematografica.

HalloweenHalloween 2018 aveva già segnato il proprio debutto nello scorso weekend, rispetto al quale ha registrato una perdita piuttosto considerevole (circa il 58% in meno). Tuttavia, parliamo sempre di numeri piuttosto elevati e altisonanti. Al suo secondo fine settimana nelle sale, infatti, Halloween 2018 riesce a mettere insieme altri 32 milioni di dollari circa. Una situazione che sorride, soprattutto per quanto concerne quella generica a livello mondiale: il film ha già portato a casa circa 173 milioni di dollari, a fronte della decina di milioni dovuta al budget di produzione. Un guadagno a dir poco pantagruelico.

La medaglia d’argento va allora alla grande rivelazione del periodo: A Star is born, che segna il ritorno sul grande schermo della celebre cantante Lady Gaga. Straordinaria la tenuta di questo film, che weekend dopo weekend perde davvero poco in termini di guadagni casalinghi. Fine settimana da poco più di 14 milioni di dollari, e incasso worldwide al momento di circa 253 milioni di dollari. Chapeau.

Chiude il podio Venom, pellicola incentrata sull’omonimo antieroe della Marvel. Al suo quarto weekend porta a casa 10,8 milioni di dollari, ma i mercati esteri funzionano ancora egregiamente. Anche qui la situazione worldwide non è affatto male: con 508 milioni già incassati, il muro del mezzo miliardo è già stato sfondato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *