Box office: tanti esordienti, Gli Incredibili 2 va bene in Italia

L’ultimo weekend del mese di settembre, come sempre in questo nostro piccolo spazio virtuale, offre ancora una volta l’occasione di lanciarsi in ragionamenti ed elucubrazioni, circa i vari incassi realizzati dai film attualmente in proiezione presso le sale cinematografiche statunitensi. Un fine settimana che, ancora memore degli strascichi della stagione estiva, non ha offerto dei grandi sbalzi dal punto di vista economico, ma che ha comunque visto l’esordio di numerose pellicole. Per quanto concerne la situazione italiana, invece, bisogna registrare l’ottima tenuta de Gli Incredibili 2, che, dopo aver fatto attendere tanto per il proprio debutto, si sta adesso comportando più che egregiamente.

Gli Incredibili PixarGli Incredibili 2 è l’ennesimo capolavoro della Pixar, che per l’occasione segna il ritorno dei celebri supereroi animati. Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio fenomeno di botteghino, che, giunto alle battute conclusive della propria straordinaria corsa, sta adesso sparando le ultimissime cartucce. I numeri, d’altronde, sono particolarmente esplicativi. A livello worldwide, infatti, la pellicola ha già messo insieme addirittura 1 miliardo e 210 milioni di dollari. Parliamo del secondo film di animazione più remunerativo della storia del cinema (dietro al solo Frozen, e naturalmente non considerando i tassi di inflazione) e del nono migliore di sempre a livello casalingo: negli Stati Uniti, infatti, ha superato l’incredibile soglia dei 600 milioni di dollari, risultato mai registrato prima d’ora per una pellicola animata.

Già detto per l’incredibile cammino de Gli Incredibili 2, sono da segnalare anche numerosi esordi avvenuti in America. Primo posto per Night School, che comincia abbastanza bene, con una prima da 28 milioni di dollari. Piazza d’onore per Smallfoot – Il mio amico delle nevi, che porta a casa 23 milioni di dollari. Il podio viene così completato da Il mistero della casa del tempo, che ad appena una settimana dal debutto perde già il proprio primato: 12 milioni di dollari, che fanno levitare il totale worldwide a quasi 54 milioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *